giovedì 24 agosto 2017

HOME FESTIVAL 2017 - 10 LIVE CONSIGLIATI DALLA REDAZIONE DI RISERVA INDIE



L’ottava edizione di Home Festival segna una svolta storica. Dura cinque giorni, dal 30 agosto (data a ingresso gratuito grazie alla partnership con Aperol Spritz) fino al 3 settembre e porta in scena artisti di fama mondiale tra cui Duran Duran, Liam Gallagher, The Libertines, London Grammar, Steve Angello, The Wailers. E sul fronte degli italiani, J-Ax&Fedez, Mannarino, Marra&Guè, TheGiornalisti, Samuel.
Ma giustamente ci rendiamo conto che orientarsi tra 200 artisti, molto eterogenei nelle loro proposte musicali, risulta difficile, o meglio impossibile, a meno che non abbiate il dono dell'ubiquità! Noi della redazione ci siamo permessi di consigliarvi 10 nomi particolarmente interessanti dal nostro punto di vista. Iniziamo con i consigli di Maurizio: in primis gli AFTERHOURS, tra i portabandiera dell'Indie rock italiano prima che diventasse il fenomeno mediatico attuale (che di "indie" ha ormai ben poco!), Le LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA di Vasco Brondi e THE BLOODY BEETROOTS (DJ e polistrumentista, sicuramente tra gli artisti italiani più internazionali in giro).

Il nostro Hicks, particolarmente amante delle sonorità elettroniche, vi raccomanda caldamente i britannici THE HORRORS, i francesi JUSTICE e i berlinesi MODERAT (pare sia il loro ultimo tour). Realtà consolidate di altissimo livello.


Per concludere Samuel vi vuol far scoprire (si fa per dire) qualche gruppo/artista magari meno noto alle grandi folle ma che dal vivo rende tantissimo: BIRTHH, ovvero Alice Bisi, giovanissima promessa dell'indie italiano (ma non solo indie, con una capacità vocale come la sua può fare quello che vuole!) polistrumentista e voce incantevole, vista di recente in azione al POLLEGE.
POP X (pronunciato POPPER). Se il collettivo guidato da Davide Panizza ha suonato OVUNQUE questa estate, un motivo ci sarà! Visto di persona in azione al METAPOLLEGE: show incredibile e molto interattivo col pubblico!
WORA WORA WASHINGTON, che a discapito del nome i WWW non sono made in USA ma "giocano in casa" (sono della periferia di Treviso). Sono stati nostri ospiti in studio e li abbiamo visti al TAGO Fest anni fa. Devastanti! Genere musicale molto particolare, difficile definirli, proviamo con Elettro Punk a tinte cupe!
Ultima band: RUMATERA, con oltre 450 date all'attivo, quasi tutte in Veneto, sono considerati una Istituzione locale! Fuori dal Triveneto sono noti per alcune collaborazioni con il Trio Medusa di Radio DeeJay. Hanno dimostrato che si può fare Punk Rock in dialetto veneto e anche farlo bene! Folli e ruspanti, da vedere!
Ci scusiamo con i DURAN DURAN e gli altri 189 artisti non citati, niente di personale, solo questione di spazio!



 
Copio incollo un comunicato stampa ufficiale per darvi qualche chicca di questa edizione di HF:
"Ma non è solo per il livello degli artisti che HF si definisce grande, è anche per la maestosa macchina dell’intrattenimento che quest’anno occupa l’intera superficie dell’area della Dogana. Tradotto: 95 mila metri quadri di attrazioni, show, expo, food, servizi, attività culturali e commerciali. Luca Boso, il manager della logistica: “Per questa edizione abbiamo ingrandito tutto, partendo dallo stesso palco che misura 47 metri di larghezza e due megaschermi a lato. Ci saranno anche nuove attrazioni come il bungee jumping alto 60 metri e servizi tra cui le rampe per i disabili e il guardaroba all’ingresso”.


La cura per la scenografia poi non è da meno. “Abbiamo studiato un sistema di illuminazione che valorizzasse alcune parti di area che lo scorso anno non emergevano – continua Boso – per diffondere stile e atmosfera su tutta l’area”. Di certo l’impatto visivo (ed emotivo) è notevole se si pensa all’adrenalinico bungee jumping che assicura lanci da 60 metri di altezza. Tra le novità, la terrazza “Area Vip” siglata Aperol è ancora più grande, viene aggiunta una nuova tenda stage per la musica elettronica, ci sarà un mega muro di tessuto jeans di 10 metri (by Isko) intitolato “Before I Die I Want to…” che invita tutti a scrivere le cose da fare assolutamente prima di “passare ad altra vita”, punti per il rifornimento d’acqua gratuita tra cui una vera e propria casetta, ancora più alto il condominio firmato Redbull e ci sarà anche un chiringuito con tanto di sabbia e ombrelloni.



Dal cuore di Treviso salpa per HF anche l’Home Rock Bar sotto forma di cisterna customizzata in bar con lo stile rock’n roll che contraddistingue l’olimpo della musica in fonderia. Ma le sorprese non finiscono qui. Ci sarà anche un primato: per la prima volta infatti il truck americano di Jack Daniel’s raggiungerà Treviso per stazionare nell’area del Festival, immaginate un mega tir che si trasforma in autentico bar su ruote, l’impatto sarà altamente scenografico. L’altro truck originale è quello di Red Bull che all’interno ospita uno studio di registrazione e dirette radio e interviste live durante i giorni della manifestazione, a diretto contatto con il popolo festivaliero attraverso le ampie finestre che mostrano ciò che accade all’interno. Sul piano enogastronomico, oltre a confermare i food truck e i stand della scorsa edizione con specialità da tutto il mondo, ci sarà anche il Vegan e il Consorzio del Prosciutto San Daniele.
Ultima importante novità riguarda infine l’offerta dei servizi che, oltre all’introduzione dei token rimborsabili come già annunciato, viene potenziata attraverso l’introduzione di altre rampe per agevolare l’accesso ai portatori di handicap, l’inserimento all’ingresso di un info point dove poter caricare i propri dispositivi e uno spazio con armadietti di metallo e chiusure di sicurezza che fungerà da guardaroba."

E non dimenticatevi che potrete anche campeggiare negli appositi spazi a prezzi popolari, non vi dovete neppure portare la tenda, è preinstallata! (sorry, le ragazze nella foto non sono incluse!)
Che dire di più, andremo a verificare e ad imparare dai migliori! Country road take me Home!

6 commenti:

  1. ...che schifo di proposta l'accontentare tutti a cazzo. La gente a Treviso non vuole un concerto ma na sagra dea bira. A sto punto meglio tutte le cover band di Vasco spenderete meno sia voi che organizzate che il pubblico assetato di festival.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Osservazione interessante! In molti restano perplessi quando si trovano di fronte ad un festival con un programma così eterogeneo e qualche perplessità può essere legittima. Tuttavia nessuno obbliga nessuno a partecipare (tra l'altro il prezzo del ticket è davvero popolare se consideri la macchina organizzativa) e poi parliamo di una città e una zona che oltre a questo festival non ha molte altre alternative musicali di alto livello (mi sbaglio? dal tuo commento mi sembra di capire tu sia della zona,magari puoi citarmi tu altri eventi in veneto) quindi il fatto di cercare di accontentare più target non mi sembra un problema, anzi. Tu ci sei mai stato al HF? Noi si, e siamo stati anche in tanti altri festival e concerti, per quello ci sentiamo di esprimere un nostro personalissimo parere tecnico.

      Elimina
    2. Fai del $cheo il tuo dio...
      http://www.homefestival.eu/it/partner2017/
      ....e ti tormenterà come il diavolo
      Max Gazzè – Omar Pedrini - Eva Pevarello – Digital Monkey Beat Dj Set Pau (Negrita) & Dj AM:PM – Rumatera – Los Massadores – The Bastard Sons of Dioniso – Wardogs – Craven – The Brokendolls – Kani – Old 7 Years – Tytus - Duran Duran – Moderat – Soulwax – Frank & The Rattlesnakes – The Horrors – M+A – Clap! Clap! – Godblesscomputers – Pop x – Demonology HiFi – Wora Wora Washington – Vettori – I’m Not a Blonde – La Scimmia - Liam Gallagher - The Wailers – Samuel – Planet Funk – Booka Shade&Craig – Walker – Andy C – Circa Waves – Raphael – Gli Sportivi – David Lion aka Lion D – Dj Christian Effe – The Quentins – Crista – Hope You’re Fine Blondie - J-Ax & Fedez – Steve Angello – Thegiornalisti – Chris Liebing – Kungs – Ofenbach – Hoodie Allen – You Me At Six – Jasmine Thompson – Sfera Ebbasta – Charles – Ex-Otago – Birthh – Mudimbi – Lowlow – Ackeejuice Rockers – Elyne – Christaux - Mannarino – Marra&Guè – Afterhours – Le Luci Della Centrale Elettrica – Levante – Nikki e Dj Aladyn Tropical Pizza – Wrongonyou – French 79 – Txarango – Sunday Morning – I Maghi di Ozzy

      Elimina
    3. Tu hai esperienze organizzative e gestionali migliori da proporre?

      Elimina
  2. Si ma non voglio migliorarvi, schifo siete schifo resterete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne faremo una ragione caro professore anonimo

      Elimina