martedì 23 gennaio 2018

RIASCOLTA (E GUARDA) I KING MASTINO A RISERVA INDIE PER PRESENTARE "MEDUSA" // GALLERY A CURA DI SAMUEL FAVA


Ecco la gallery, a cura di Samuel Fava, e lo streaming, in coda al post sul player di Mixcloud, della puntata di Riserva Indie del 15-01-2018 con i King Mastino nei nostri studi per presentare "Medusa", il loro quinto album in studio uscito lo scorso Dicembre per Beluga Records.







Qui sotto il video di "Medusa" diretto da Rosita Malatesta


Dal Golfo dei Poeti, 4 rocker, che da un decennio suonano insieme musica infuocata ricca di slancio, personalità e durezza, danno ora vita al quinto capitolo full-lenght della loro gloriosa carriera. MEDUSA incarna un album prodigioso e travolgente nel quale è preponderante lo stile hard + proto-punk che loro, dal forte legame col mare, hanno trasformato nell'accezione particolare di SAILOR ROCK! Veleggiando i mari nostrani, tra cormorani e nostromi, pesci e mostri marini, nei quali flora e isolotti magici il sempiterno prospero Mediterraneo generoso ci regala, approdiamo nell’insenatura naturale di La Spezia, o Las Pezia; l’incertezza del nome, come salvagente a galla, sorregge due verità antitetiche: la prima, appartenente alla logica clonata dei coloni autoctoni, e la seconda, fantastica e ribelle, rivestita dal mondo mitico favolistico dei pirati del Sailor Rock, lì insediatisi, come noi di IYE onorando l’occasione, per puro spirito anarchico e per specifica volontà degli Dèi. Il dissidio nato, e mai sanato, concorrente e combattente, ha generato la ciurma di un galeone di dissidenti abitanti una realtà parallela alla prima che, vestendo ultra-rock, proprio da tali sponde è prontissima a salpare per ogni tipo di scorribanda e razzia che deve assolutamente essere compiuta contro i mondi piatti creati dalla bonaccia persistente; l’equipaggio del natante risponde sì all’ordine di bordo piratesco: Alessio: guitars\vocals ~ Massi: bass\backing vocals ~ Holly: guitars ~ Jimmy: drums. Il lavoro, dal titolo MEDUSA, che è anche il primo pezzo dei 12 totali, effigia la figura della divinità mortale, la gorgone, colorata in viso di misterioso azzurro, chiomata di tentacoli di piovra marina, nelle cui pupille purpuree sono riflessi inquietanti teschi: lo sguardo carico di disincanto è pericolosamente esposto a minaccia sulla polena.
https://www.iyezine.com/king-mastino-medusa


Clicca play sul lettore di Mixcloud per riascoltare i King Mastino a Riserva Indie

RIASCOLTA (E GUARDA) THE BERRIES A RISERVA INDIE PER PRESENTARE "CRY OF LOVE" // GALLERY A CURA DI SAMUEL FAVA



Ecco la gallery, a cura di Samuel Fava, e lo streaming, in coda al post sul player di Mixcloud, della puntata di Riserva Indie dello scorso 15 Gennaio con The Berries nei nostri studi per presentare "Cry of Love", il loro disco di esordio per La Clinica Dischi, e suonare un minilive nei nostri studi.



Il gruppo musicale The Berries nasce a Viareggio nell'aprile 2015 ed è attualmente composto da: Alessandro Martini (chitarra e voce), Luca Carli (batteria) e Marco Ferretti (basso). Fin dalle prime esibizioni, i The Berries si sono presentati soltanto con i loro inediti, che spaziano dal blues sino a sonorità attuali come l'indie rock. Nell’estate 2016 la band viene premiata come “Miglior Band Emergente” dalla rivista Egg Magazine. Nel 2017 si esibiscono su numerosi palchi di rilievo aprendo anche ad artisti nazionali e internazionali. Hanno presentato il loro primo album "Cry of Love" lo scorso 18 Gennaio al Corsaro Rosso di Viareggio.



Lo splendido video di "Going Down"


Ecco una delle nostre polaroid


Clicca play sul lettore di Mixcloud per riascoltare The Berries a Riserva Indie

domenica 21 gennaio 2018

BULL BRIGADE, MAD BEAT, BOMBER 80 E TEPPA LIVE AL NEWROW SPAZIO ANTAGONISTA DI PISA // TESTO E GALLERY DI SAMUEL FAVA




Serata STREETPUNK al NEWROZ di PISA, in cartello TEPPA (il nuovo progetto con membri dei LUDDITE RIOT) i BOMBER 80 da Firenze e poi da Torino i giovanissimi MAD BEAT e i BULL BRIGADE che, per chi segue questo tipo di musica, non hanno certo bisogno di presentazioni!





Come sempre arrivo tardi, una pioggia tropicale da Viareggio a Pisa e la carenza di parcheggi mi fanno perdere i TEPPA; li rivedrò di sicuro presto, hanno appena pubblicato il loro primo EP e sono curioso di sentire le loro nuove canzoni. Arrivo sottopalco giusto in tempo per ascoltare i MAD BEAT, giovane combo torinese che propone uno streetpunk con tratti di hardcore melodico italiano (soprattutto nel modo di cantare) e sonorità punkrock, come dire un improbabile mix di NEGAZIONE e DEROZER. Ma "tag" a parte i MAD BEAT hanno una grandissima energia : io non li conoscevo e ora me li voglio ascoltare bene. Forse non sono ancora al loro apice artistico ma le premesse sono più che buone. Ad ogni modo un brano come PRIMA LINEA resta impresso al primo ascolto!




Tocca ai BOMBER 80, già visti in qualche occasione. Granitici e aggressivi, cori potenti, mi ricordano i grandissimi ERODE. Tra le mie preferite MOLLO TUTTO e LA LEGGE DEL MARCIAPIEDE.



Chiudono la serata i BULL BRIGADE, probabilmente allo stato attuale il gruppo più amato dalla scena italiana. Per vederli sono arrivati anche dei pullman da fuori Pisa (vuoi per la distanza, vuoi per la questione alcool/patente), ragazze e ragazzi sopraggiunti per l'occasione anche da Torino a Perugia. L'atmosfera sottopalco è rovente ed Eugy e soci non si risparmiano di certo!
Forse è una mia impressione, ma i suoni dalle casse non erano proprio il top, comunque in un concerto di questo tipo sono fattori che passano in secondo piano.
Ad ogni modo i Bull Brigade propongono i loro brani alternando canzoni del primo e secondo album (speriamo arrivi presto anche il terzo!), da Mai confonderla a Dopo la pioggia, da Birra a Troppo distanti, praticamente un anthem dopo l'altro fino al finale con Sulla collina (dedicata a tutte le squadre, tranne una!) più un paio di cover e bis di Motorcity.







Speravamo di avere i ragazzi ospiti in radio per qualche domanda, ma purtoppo con i tempi molto stretti questa volta non ci siamo riusciti, speriamo di rifarci presto!


sabato 20 gennaio 2018

DEVID WINTER E LA POLVERE A RISERVA INDIE // SCOPRI GLI OSPITI DELLA SETTIMANA SULLE FREQUENZE DI CONTATTO RADIO POPOLARE NETWORK


Questa settimana a Riserva Indie torna Devid Winter, già nei nostri studi con il progetto Atman, per proporre i brani del suo primo album solista autoprodotto "Be Yourself". Altro gradito ritorno quello di Andrea Carboni con il suo nuovo progetto elettro-cantautorale La Polvere, in collaborazione con Francesco De Giorgio, e il disco "Punto", realizzato grazie al bando Toscana100band. Appuntamento in diretta Lunedì 22 Gennaio dalle 21 alle 22,30 e in replica Sabato 27 dalle 16 alle 17,30 sulle frequenze di Contatto Radio Popolare Network (89,80 Fm) e in streaming su www.contattoradio.it


Dopo lo scioglimento della mia band, gli ATMAN, ho passato gli ultimi due anni a scrivere un sacco di nuove cose, a riprendere vecchie idee mai sviluppate, ad arrangiare, riarrangiare, stravolgere e infine a registrare ben sedici brani che fanno parte dell'album "Be Yourself". E' un disco solista a tutti gli effetti, dove, realizzando un sogno nel cassetto che ho da tanti anni, ho suonato io stesso tutti gli strumenti, dal basso alle chitarre, dalle tastiere alle voci. Non per questo mi sono però negato il piacere e l'onore di invitare tanti miei cari amici, nonché incredibili musicisti, a partecipare con un loro contributo in un brano. E così abbiamo un solo megagalattico di Mamo (Giusti) in "Magic Man", una sontuosa chitarra slide di Giacomo (Dell'Immagine) in "Be Yourself", il basso incredibile di Nicola (Grisafi) in "She's Drawing Nerves", la voce di mia moglie Sara in "Emily" (il pezzo che ho scritto per nostra figlia), il sax tenore del maestro Fabrizio Scaturro in "Magic Man" e in "The Lonely Runner" e tanti altri ospiti che scoprirete nell'ascolto.



La Polvere è il nuovo progetto di Andrea Carboni e Francesco De Giorgio, musicisti attivi, da anni, nel panorama musicale italiano senza che i loro percorsi si siano mai sfiorati. Troppo diversi gli ambiti, il cantautorato di qualità per Carboni e la dance per De Giorgio. Entrambi, però, vivono a Pisa, Francesco abita sopra un locale di cui è anche un frequentatore; sempre in preda alle sue derive da producer, un secondo è lì che parla con te e un attimo dopo è già salito a casa a lavorare su nuove idee. Anche Andrea frequenta lo stesso locale. Tra i due nasce un'amicizia che dura ormai da più di dieci anni e che ha visto diversi tentativi di collaborazione, finiti sempre con Carboni che dava del "tamarro" a De Giorgio, che ricambiava etichettando Carboni come "cantautore depresso". Ognuno continua per la propria strada espandendo lo spettro dei propri ascolti. Si rincontrano dopo qualche anno e scoprono che Francesco ha cominciato ad apprezzare la scena indie e Andrea quella elettronica. Lo stimolo a collaborare su nuove basi arriva dal bando Toscana 100 Band, un concorso per musicisti toscani; i due concorrono con il nome "La Polvere" e si piazzano al 46esimo posto su oltre 800 partecipanti; in giuria figurano, tra gli altri, Max Gazzè, Taketo Gohara, Luca Valtorta, Lorenzo Bedini, Lorenzio Cipriani. "Dal momento in cui ci siamo messi al lavoro, dice Carboni, è nato tutto in un attimo e, soprattutto, in un paio di mesi un disco era pronto, ed era bellissimo." "PUNTO", il loro album d'esordio, è un disco che i due musicisti, senza steccati di genere, si sono divertiti un sacco a scrivere. "La Polvere" infatti è artefice di un sound fresco e internazionale che spazia tra electro-pop e cantautorato italiano. Testi, profondi, che scandagliano il microcosmo dei rapporti interpersonali, presentati in una veste leggera anche quando i toni si fanno più seri. Nell'alternanza di brani up e down tempo, il disco guarda al modo con cui ognuno si rapporta con il mondo e con le persone più vicine, ma sempre con la giusta spensieratezza.


giovedì 18 gennaio 2018

RIASCOLTA I GRATEFUL DEAD RACCONTATI DA ALESSIO AMBROSI ALL'ULTIMO NEGOZIO DI DISCHI SULLA TERRA // PARTE 1: LA SUMMER OF LOVE E I PRIMI ANNI 70



Ecco lo streaming, sul player di Mixcloud in coda al post, della puntata de l'Ultimo Negozio di Dischi sulla Terra del 16-01-2018 in cui Alessio Ambrosi ha raccontato la prima parte della storia dei grandi Grateful Dead e del loro leader Jerry Garcia. La Summer of love, le droghe sintetiche, la psichedelia, Woodstock, le rivoluzioni sognate e mancate, David Crosby, i Blues Brothers, i vinili e tanto altro sulle frequenze di Contatto Radio Popolare Network.


Clicca play sul lettore di Mixcloud per riascoltare i Grateful Dead raccontati da Alessio Ambrosi

mercoledì 17 gennaio 2018

RIASCOLTA ANDREA GOZZI CHE RACCONTA "INSTA ROCK, ISTANTANEE DI ROCK DA JIMI HENDRIX AI GREEN DAY" ALL'ULTIMO NEGOZIO DI DISCHI SULLA TERRA


Ecco lo streaming, sul player di Mixcloud in coda al post, della puntata de L'Ultimo Negozio di Dischi sulla Terra con Andrea Gozzi negli studi di Contatto Radio Popolare Network per presentare il suo "Insta-Rock", istantanee di rock da Jimi Hendrix ai Green Day", e raccontarci aneddoti e storie di Oasis, Metallica, Peter Gabriel, Matti delle Giuncaie, Berlino, Pierpaolo Capovilla e tanto altro ancora.


Clicca play sul lettore di Mixcloud per riascoltare tutta la puntata