venerdì 17 agosto 2018

POP.IT! IL PICCOLO FESTIVAL FA LE COSE IN GRANDE! // TESTO E GALLERY DI SAMUEL FAVA


Finalmente buone notizie da La Spezia! Il programma musicale estivo della zona, orfano dello Spazio BOSS (a Spezia) e del POLLEGE (a Marina di Carrara) non passa certo tempi d'oro ma grazie al neonato POP.IT si ricomincia a parlare di music festival anche dalle nostre parti!
E la due giorni di Santo Stefano Magra è in effetti una bella sorpresa inaspettata, con le dovute proporzioni del caso possiamo definirlo un piccolo "MI AMI" con tanti artisti giovanissimi che hanno portato un buon campionario di quella che è la nuova ondata di indie pop italiano, genere che negli ultimi due anni ha vissuto un enorme exploit a livello mediatico grazie ad artisti come CALCUTTA, TheGIORNALISTI, MOTTA, EX OTAGO per dire giusto qualche nome!
Organizzato dai ragazzi di LA CLINICA Dischi, il POP.IT porta a casa un buon risultato considerando che le prime edizioni sono sempre piuttosto problematiche, e nonostante le date a cavallo di Ferragosto, la location particolare (il complesso industriale delle EX Ceramiche Vaccari) sconosciuta anche a molti locals, e il clima surreale (dovuto alle notizie sui fatti di Genova), direi che il bilancio è stato altamente positivo!
19 tra band e artisti, 2 palchi e quasi 12 ore di musica, tutto rispettando il programma in perfetto orario, mai visto una precisione a questo livello, ma era fondamentale per far suonare tutti e perché la mezzanotte era una deadline tassativa!
Complimenti davvero a tutti, a chi ha lavorato per far funzionare tutto a dovere e agli artisti, su tutti COLOMBRE e GIORGIO POI autori di due set acustici da brividi e la banda scatenata di POP X che ha fatto ballare i 500 presenti! Sono stato felice di vedere finalmente anche un pubblico davvero giovanissimo, forse c'è ancora speranza, non sono tutti su YouTube i ragazzini!
Ma basta cazzate, vi lascio alle immagini, troverete la gallery completa sul mio profilo FB!

TREASON TRAUMA

ZERONAUTA
JOE D. PALMA

VAT VAT VAT

FRIGO
TUTTI UNITI PER GENOVA

SAN DIEGO

COLOMBRE
 
POP X


MILO "La CLINICA" at work!

ALTROVE

MANUEL APICE

MOCA

DALO

GONZAGA

MITILANTI

FRANCESCO DE LEO


 GIORGIO POI

HIGHSNOB

giovedì 16 agosto 2018

TRITACARNE 21 // SCOPRI IL NUOVO NUMERO DEL MAGAZINE DI TOTEN SCHWAN RECORDS E LE MODALITÀ PER RICEVERLO ANCHE SOTTO L'OMBRELLONE


L'alternativa alle classiche letture gossippare sotto l'ombrellone esiste, si chiama Tritacarne ed è una rivista in "carta e ossa" e non liquida. Qui sotto gli ingredienti del numero 21 del magazine di Toten Schwan Records e vi ricordo che per ordinare la vostra copia non dovete genuflettervi ad Amazon ma scrivere una mail a toten.info@gmail.com e info@golenaedizioni.com.


eccoci. come sempre in eterno ritardo rispetto alle tabelle mentali che ci diamo, consapevoli che tanto finiremo per non rispettarle. in ogni caso ci siamo. il nuovo numero del TRITACARNE, il ventunesimo per la precisione è arrivato a destinazione nelle vostre mani. numero meno variegato del solito in quanto a contenuti ma non per questo meno interessante, anzi. la maggior parte dello spazio infatti è occupata dalla nostra proficua ed approfondita intervista con MERCY mente gli IANVA, con cui affrontiamo una moltitudine di argomenti [non solo musicali] legati alla visione del mondo che ci circonda. la partenza è stata ovviamente legata al loro ultimo album CANONE EUROPEO, ma le stimolanti divagazioni legate alla vastità dei concetti racchiusi nel disco ci hanno permesso di spaziare in argomenti impensati, ma non per questo non meritevoli di ragionamento. rispetto al solito troverete anche uno spazio dedicato alle recensioni particolarmente affollato. abbiamo ascoltato musica veramente interessante di recente, ma soprattutto non siamo riusciti a fare una selezione, segno inequivocabile che qualitativamente stanno uscendo cose di valore piuttosto elevato cui diamo volentieri un meritato riscontro. spazio quindi alle ultime uscite di IANVA, ALBIREON, SHE SPREAD SORROW, LA MORTE VIENE DALLO SPAZIO, BODIES ON EVEREST, JULINKO, SOGNOMECCANICO, EUROPEAN GHOST, CANAAN, ASTRAL BREW, HEART OF SNAKE, HOLIDAY INN, HEROIN IN TAHITI, SABASABA, MY DEAR KILLER, MESSA, KLAM, LORØ, STORM[O], KING GIZZARD & THE WIZARD LIZARD, MOCK THE MANKIND, LVTE, THE GREAT SAUNITES, THE TURIN HORSE, THE BLUE PROJECT, DEMETRA SINE DIE, VOR, ALTAR OF PERVERSION, ABSTRACTER e UTØYA. quindici pagine fitte di musica che a noi ha suscitato particolare emozione e che speriamo possa accompagnarvi in questa cazzo di estate che aspettavate con ansia. beati voi. per il resto, come sempre presente, il nostro gancio olandese HANS PLASMA, che dal mare del nord nella sua rubrica PLAY IT LOUD ci racconta FAUST'O album omonimo del 1982 del cantautore italiano che con il proprio approccio affine al carrozzone glam new wave inglese in quegli anni più si è avvicinato all'estro e alla creatività di DAVID BOWIE. un ottimo modo per iniziare la conoscenza con un artista ai più sconosciuto ma che ha ancora molto da insegnare al cantautorato italiano contemporaneo. un album con cui l'autore guarda il mondo che lo circonda con piglio decisamente nichilista e ne prende le dovute distanze. un disco perfetto per il TRITACARNE. non poteva mancare nemmeno la nostra musa preferita con la sua ultima fatica letteraria. ILARIA PALOMBA è nuovamente sulle nostre pagine, stavolta con il suo recentissimo DISTURBI DI LUMINOSITA'. ennesima prova di capacità, intelligenza e sagacia da parte della biondissima ILARIA. centotrenta pagine di dolore allo stato puro. centotrenta pagine per provare a dare vita e visibilità a chi vive inascoltato nel buio della malattia mentale. centotrenta pagine per chi vive sulla propria pelle il disagio della diversità. tornando in ambito strettamente musicale abbiamo redatto un breve ma intenso rescoconto del nostro viaggio/soggiorno al RURAL BLACKNESS FEST dove abbiamo finalmente visto dal vivo i famigerati LACOLPA. delle due giornate abbiamo seguito solo la prima, siamo ormai troppo avanti con gli anni per una due giorni musicale. in ogni caso siamo riusciti a documentare nei dettagli tutto quanto è accaduto, senza dimenticare niente e senza vergogna per la nostra terza età incalzante. come sempre il TRITACARNE è tutto tranne quello che ci si possa aspettare. anche questo numero tiene fede alla tradizione. diamo infatti il nostro benvenuto sulle nostre pagine a GIOVANNI LEO LEONARDI deus ex machina dei SENKETSU NO NIGHT CLUB di cui abbiamo parlato nel numero scorso recensendo il debutto omonimo. cogliamo l’occasione per svelarvi che il loro prossimo album SHIKKOKU sarà marchiato TOTEN SCHWAN [argomento che approfondiremo sul prossimo numero del TRITACARNE]. tra i brani in scaletta spicca appunto un NIKUTAI NO GAKKO che prende spunto dallo stupendo romanzo di MISHIMA “LA SCUOLA DELLA CARNE”. come potevamo esentarci dal chiedere a GIOVANNI di parlarci del libro? detto e fatto… per chiudere l’atteso ritorno della nostra rubrica preferita GRAZIE PER IL VOSTRO ODIO con cui sputiamo merda addosso a chi ci ha fatto particolarmente girare il belino negli ultimi tempi. alla faccia del politicamente corretto. per questo numero non c'è altro da mettere sul fuoco se non i nostri più sentiti auguri per gli amici di RISERVA INDIE che hanno da pochissimo compiuto i loro primi DIECI ANNI di trasmissione. li celebriamo con uno speciale ripreso dal loro blog con testo e foto. dieci anni. un traguardo davvero di valore soprattutto perché unito ad una semplicità e una disponibilità che non si trova da nessun'altra parte. non è tanto il passaggio radiofonico a fare la differenza quanto l'armonia che si respira insieme a loro. ogni serata passata in loro compagnia ha rappresentato un momento particolarmente felice in cui la musica ha fatto da collante per la nascita di nuovi e duraturi rapporti. ci sono tanti modi di fare radio, quello che i ragazzi di RISERVA INDIE hanno scelto è senza ombra di dubbio quello che riesce meglio nell'abbattere le barriere tra chi gestisce la diretta e chi viene ospitato. come dice sempre l'amico MAURIZIO CASTAGNA "a RISERVA INDIE la radio è partecipazione". mai parole furono più veritiere. alla prossima. adieu. peace and love motherfuckers. Esigenze di spazio ci hanno costretto a posticipare sul prossimo numero gli articoli già pronti su NAPALM DEATH, ZAGOR e sulla trilogia letteraria di JOHN KING “THE FOOTBALL FACTORY”. sarà tutto recuperato sul prossimo numero, di cui ancora non abbiamo deciso niente. sarà comunque fuori dopo la nostra lunga pausa settembrina, mese che dedicheremo all'ozio totale e in cui staccheremo come ogni anno qualsiasi forma di contatto. PER ORA LASCIATECI ARROSTIRE AL CALDO ESTIVO. IL RESTO SI VEDRA'. ADDIO.


lunedì 13 agosto 2018

AGENDONA LIVE CONTRO LA DIPENDENZA DA YOUTUBE // CONCERTI, EVENTI, APPUNTAMENTI - INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI E SOSTENETE LA MUSICA DAL VIVO



Stanco delle serate passate in casa a guardare incipit di video su YouTube o Youporn? Stufo di pomeriggi a guardare serie tv su Netflix pagate col reddito di cittadinanza? L'alternativa alla pigrizia piccolo borghese populista è sempre quella: uscire. Riconquistiamo gli spazi, le arene, i locali, ogni posto dove si suona e lasciamo le piazze, virtuali, vuote. Una piccola guida dedicata a quelli che "non c'è mai un cazzo da fare".












BEAT FESTIVAL EMPOLI




HOME FESTIVAL
Line Up finora annunciata (WORK IN PROGRESS)
DAY1 Giovedì 30 agosto: Alt-J – White Lies – The Wombats – Django Django
DAY2  Venerdì 31 agosto: The Prodigy – Incubus – Prozac+ – Roni Size feat Dynamite MC






---------------

L'AGENDONA SARA' PERIODICAMENTE AGGIORNATA: SEGNALACI IL TUO EVENTO, INVIACI UNA MAIL O UN MESSAGGIO SU FB!

mercoledì 8 agosto 2018

UN EMOZIONATO ED EMOZIONANTE MOTTA CONQUISTA FOSDINOVO! // TESTO E GALLERY DI SAMUEL FAVA



E a Fosdinovo arriva, devo dire un po' a sorpresa, uno degli artisti migliori espressi da questa nuova scena del cosiddetto IT.POP o se preferite cantautorato Indie, il bravo Francesco MOTTA, vincitore con il suo ultimo lavoro "Vivere o Morire" del prestigioso premio Tenco come miglior disco assoluto.



E' un MOTTA privo della sua band e di conseguenza si è proposto al pubblico (non ricordo di avere mai visto il Bosco così affollato, soprattutto di giovanissimi, anzi giovanissimE) in una versione per lui inusuale, chitarra e voce, senza filtri, senza effetti, senza fronzoli.
Francesco ha cercato subito di ridurre le distanze con i presenti, si è dimostrato davvero alla mano e molto amichevole, tanto da condividere e ospitare sul palco un sacco di ragazzini che si erano assiepati nella zona sottopalco. Una visione quasi "Profetica", molto emozionante.


Speriamo che altri artisti seguano l'esempio di MOTTA, la partecipazione a Fino al Cuore della Rivolta sicuramente non avrà arrotondato molto il conto corrente di Francesco ma è stato un gesto importante e significativo perché permette di avvicinare le generazioni più giovani (parlo del pubblico di MOTTA) a temi così delicati come la Memoria e la Resistenza!


Apertura del concerto affidata alla BANDA OSIRIS, davvero eccezionali (purtroppo non sono riuscito a documentare il loro live) che hanno eseguito diversi classici in chiave "bandistica", molto riuscita "Che notte quella notte" di Buscaglione e una personalissima versione di Bella Ciao, davvero meravigliosa, e badate bene, confrontarsi con Inni di questo genere non è semplice, spesso il risultato è disastroso o patetico, ma non in questo caso!

Alessio e Adelmo Cervi nel discorso in apertura serata

In chiusura i nostri amici RADIO ZERO, particolarmente energici e scatenati, danno il meglio del loro repertorio con ottima risposta del pubblico in piedi a ballare inizialmente sottopalco per poi invadere il palco nel finale, e attenzione, parliamo di un live di martedì sera in mezzo al bosco! Nel delirio collettivo coinvolto anche MOTTA che si è arruolato come percussionista nei RADIOZERO... cose mai viste!!! Anche se qualcuno di voi ricorderà che in passato Francesco ha passato un periodo nei PAN DEL DIAVOLO proprio con quel ruolo!
Mi voi raccomando restate a casa, vi perdete sempre il meglio!
E ora passiamo alle immagini!









martedì 7 agosto 2018

ADRIAN SHERWOOD, BUD SPENCER BLUES EXPLOSION E TANTI ALTRI // SCOPRI IL CAST DI MUSICA W FESTIVAL A CASTELLINA MARITTIMA (PI)


Dall'11 al 14 Agosto arriva la ventiquattresima edizione di quel piccolo miracolo toscano che è Musica W Festival a Castellina Marittima in provincia di Pisa. Un intero paese riunito attorno a un progetto che mette insieme buona musica, cibo e convivialità. Qui sotto i dettagli e vi ricordo che l'ingresso a tutte le serate è gratuito.


Punto di riferimento e meta ambita nello scenario dei festival musicali italiani, torna il MUSICA W FESTIVAL di Castellina Marittima con la sua edizione numero ventiquattro, dall'11 al 14 Agosto al fresco delle colline sulla costa toscana all'insegna della qualità e del divertimento, con l'ennesimo cartellone di altissimo livello e rimasto una delle poche manifestazioni italiane interamente a INGRESSO GRATUITO dal primo all’ultimo giorno. Rock, Blues, Dub, Noise e sperimentazione si alterneranno sul classico MAIN STAGE, all'interno del Parco Pubblico L. Montauti e il vicino spazio RUFFO’S APERIMUSICAW, un micromondo nato quest'anno dove sarà possibile godere del festival già dal tardo pomeriggio. Come consuetudine ormai da anni, lo staff ha selezionato il meglio della scena musicale italiana e internazionale, iniziando con il botto grazie all'alternative rock incendiario dei BUD SPENCER BLUES EXPLOSION, il premiato duo chitarra/batteria Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio, in assoluto stato di grazia e pronto a stupire ancora una volta con la nuova evoluzione artistica.


Con un curriculum pazzesco e considerato come l'arista chiave della musica Dub, sarà l'inglese ADRIAN SHERWOOD il protagonista della seconda giornata del festival. Densissimo il programma di lunedì 13 agosto con gli eroi americani del noise-rock UNSANE accompagnati dall'energia garage-rock di RON GALLO, senza dubbio uno dei giovani artisti alternative più chiacchierati del momento e BUNNA, vera e propria istituzione reggae con i suoi AFRICA UNITE, che selezionerà un po' di buoni ritmi in levare nello spazio RUFFO’S. Si finisce in grande stile con SEASICK STEVE, barbuto musicista di culto Country-Blues da Oakland, che sarà proceduto dai local hero in ascesa a livello europeo, MR. BISON. Come cornice perfetta ci sono anche le band dello storico contest Sali sul Palco di MW, riservato agli artisti emergenti italiani più interessanti, il mercatino multietnico, gli stand slow food, il ristorante con specialità di terra e di mare, gli artisti di strada e il campeggio adiacente al festival con un costo veramente irrisorio.

domenica 5 agosto 2018

BUONA LA PRIMA PER IL GROB FEST! EMMA MORTON, FILIPPO ANDREANI, PARIS MONSTER E TANTI ALTRI LIVE A VIAREGGIO! // TESTO E GALLERY DI SAMUEL FAVA


Dalla collaborazione tra G.O.B. e CRO Darsene nasce il GROB FEST! I ragazzi di Bicchio mettono a segno un altro colpaccio con questo festival estivo dalla line up davvero varia e molto interessante. Dal cantautorato d'autore di Filippo Andreani alla vocalità poderosa di Emma Morton, prova vivente che l'esperienza di una partecipazione ad un reality non pregiudica la tua Essenza quando questa è ben presente!
Grande sorpresa si sono rivelati i PARIS MONSTER, per moltissimi dei presenti dei perfetti sconosciuti che musicalmente ci hanno rotto il cu...ore! (in senso positivo!) Davvero devastanti, un duo che spaccava come una orchestra, un mix di sonorità garage e post rock con chiari rimandi ai classiconi anni 70 rivisitati con energia e freschezza! Ragazzi, sono riusciti a far smuovere il culo a tutti e io quando vedo bambini ballare capisco che la musica funziona!
Come tutte le prime edizioni possiamo serenamente dire che qualcosa a livello logistico è migliorabile, ma è più che fisiologico! Nel complesso la mia impressione delle prime due serate è stata positiva (alla serata finale mancavo, sorry!), certo non c'era moltissimo pubblico sottopalco per Filippo Andreani, ma ad un cantautore che suona di martedì direi che non si poteva chiedere di più! Io c'ero e ho apprezzato tantissimo, mi rendo conto però che è un genere un po' intimista che in questo tipo di feste all'aperto fa un po' fatica a coinvolgere gli spettatori casuali.
Buona risposta per Emma Morton: la nostra scozzese preferita ha dimostrato che ci sa davvero fare sul palco, grandissima voce e presenza scenica di livello superiore!
Ma basta chiacchere... ecco la gallery!