venerdì 11 ottobre 2019

"LAST SHOT" NEL SEGNO DELLA SUPLEX STAR DARKO! // GALLERY E TESTO DI SAMUEL FAVA



Torniamo finalmente a parlare di INDY WRESTLING! Ecco i risultati di LAST SHOT, il nuovo evento targato SIW Scuola Italiana Wrestling, che si è tenuto a Corazzano, vicino San Miniato (Pisa).


Apertura con un "backyard match" fuori programma (non valido per la SIW) tra i due lottatori locali Alexius vs Frankie.


Rafael Sangre Latino

Celeste in versione referee
Picchio Lucha Pride vs Rafael
Nel primo incontro RAFAEL batte con molta fatica l'ottimo PICCHIO, come sempre tifatissimo dal pubblico.

SCANNER


DARKO batte SCANNER nonostante le tecniche da codice penale dell'insidioso "Lingua tagliente".


THUNDER KID

ADRIANO, LEONE DI ROMA

Sorpresa della giornata! ADRIANO il Leone di Roma (ora smascherato) batte il più quotato THUNDER KID. Prova convincente del giovane romano che nonostante abbia ancora ampi margini di miglioramento ha dimostrato che è in grado di lottare anche contro atleti più esperti. Teniamolo d'occhio!



Nel tag team match che precede il triple-treat match conclusivo, la DARKEST HOUR, formata da IVAN LACROIX e STRIKE HELLWIG batte i SUPERSONIC MODELS, JET e COSTANTINO.
Il malefico duo dimostra di avere più intesa nel lavoro di squadra e riesce nell'impresa.


DARKO

E nel gran finale, dopo una durissima battaglia contro il giovane leone ADRIANO ed il temibile Latin Lover RAFAEL, vince il LAST SHOT la Suplex Star DARKO!
Finalmente lo Squalo porta a casa un meritatissimo titolo vincendo un incontro davvero molto ostico!

JET
Ma i campioni veri di questo mondo non hanno sempre bisogno di trofei o cinture, i ragazzi della SIW lo sanno bene e il loro pubblico anche!
Purtroppo le mie condizioni di salute non mi permettono di salire sul ring (e credo neppure le vostre!) ma una cosa possiamo farla: questi atleti sono disposti a rompersi l'osso del collo per farci divertire, direi che il minimo che possiamo fare è sostenerli!

L'INDIE È MORTO (E NEPPURE NOI CI SENTIAMO TROPPO BENE) // ANTICIPAZIONI, "SORPRESA" E PRIMI OSPITI PER LA NUOVA EDIZIONE DI RISERVA INDIE


Tutto pronto per la nuova edizione di Riserva Indie che avrà la sua "anteprima" Lunedì 21 Ottobre dalle 21, ovviamente sulle frequenze e lo streaming di Contatto Radio Popolare Network, con una puntata speciale dedicata a una delle icone della scena indipendente italiana che, per scaramanzia, preferiamo non annunciare ancora. Dal 28 spazio alla programmazione regolare della trasmissione che dal 2007 ha portato ai propri microfoni più di ottocento tra artisti affermati e nuove proposte della cosiddetta scena indipendente italiana. Tra le novità previste meno ospiti in studio (in senso quantitativo ma privilegiando la qualità), una playlist su Spotify e Deezer con i brani passati in trasmissione e ampio spazio alle tematiche della settimana, ai nuovi dischi e ai live che pochi "coraggiosi" continuano a proporre nella nostra zona.
Per tutti coloro che volessero partecipare alle nostre dirette come ospiti, organizzatori di eventi, o semplici appassionati, l'invito è sempre quello di scriverci a riservaindie@gmail.com. In cima al post un "collage" con alcuni degli artisti previsti in studio, tra cui i graditissimi ritorni di Nico Sambo, Silent Souls, Acid Brains, Hate and Merda e Toten Schwan di Marco Valenti e le novità di Metropol, Bonje in Yurt, Maurizio Curadi e Ciulla. Restate sintonizzati su questo blog per tutti gli aggiornamenti e per il calendario ufficiale degli ospiti che pubblicheremo nei prossimi giorni. E ricordate che a Riserva Indie la radio è partecipazione.



martedì 8 ottobre 2019

DAL 18 OTTOBRE RIAPRE IL CLUB PIÙ BERLINESE DI VIAREGGIO (E NON SOLO) - BENTORNATO GANZ OF BICCHIO - ECCO IL PROGRAMMA DEI LIVE DI OTTOBRE


Dal 18 Ottobre riapre uno dei nostri locali preferiti, uno dei pochi esempi di club che ancora non ha venduto l'anima ai dj set anni 80 (col dj che scarica i brani da YouTube) e che fa del live il proprio "main event" (un po' come i locali più seri della nostra amata Berlino). Bentornato Ganz of Bicchio a Viareggio. Qui sopra la locandina con i primi concerti in programma tra cui i local heroes Metropol alle prese col loro disco di debutto e il ritorno della grande Emma Morton. Se amate la musica sostenete i club che la propongono dal vivo e soprattutto "inedita".


domenica 6 ottobre 2019

HA ANCORA UN SENSO FARE RISERVA INDIE? PICCOLA RIFLESSIONE SU UNA SCENA CHE NON C'È - INDIETORIALE DI MAURIZIO CASTAGNA



In attesa di riprendere le dirette con gli ospiti, i dischi e i live che settimanalmente proponiamo dagli studi di Contatto Radio Popolare Network, una riflessione sulla scena musicale indipendente italiana e sulla sua deriva è inevitabile. Scrivo da una cittadina, Carrara, che da anni assieme alla sua vicina Massa ha gradualmente fatto calare il sipario su quelle piccole e medie realtà, leggi club, che proponevano musica che non fosse già edita. I vuoti o i "due o tre ubriaconi da circolo" che assistevano alle esibizioni di artisti che arrivavano da tutta Italia umiliano ancora la sensibilità di chi, come me, ha sempre creduto che ci fosse una scena, un pubblico, un interesse verso tutto quello che di nuovo la musica proponesse. Mi sbagliavo. La musica in definitiva non interessa a nessuno o, meglio, interessa solo come mezzo per farsi belli e darsi uno spessore culturale che spesso si limita a un ascolto fugace dei primi 30 secondi di un brano su YouTube.


Giusto il tempo per scriverci un post su cui far piovere "mi piace" da gente che ha un sacco di tempo da perdere sul web. Un po' come accadeva ai "bei tempi" di Craxi, dove le biblioteche di certi intellettuali erano piene di volumi di cui era stata letta al massimo la quarta di copertina. Questa superficialità ci accompagna ogni giorno in tutte le attività della nostra vita, siano esse ricreative o di lavoro. Diventa difficile organizzare un concerto perché anche solo mettere 20 persone attente sotto il palco di un artista emergente (a ingresso gratuito) è un'impresa titanica. Questa curiosità di fondo al nuovo è quel che manca a gran parte degli appartenenti di quella pseudo scena "alternativa" che si mobilita in massa per un concerto di Nick Cave o per l'ultimo film di Tarantino (andare a vedere Martone fa poco figo) e fa chiudere il club sotto casa che propone qualche nuovo artista o diserta la rassegna di cinema d'essai nella sala di provincia. Intendiamoci, non sono esenti da colpe molti artisti, alcuni dei quali sono venuti anche a Riserva Indie. La superficialità con cui seguono la loro proposta, il fatto di non condividere eventi, interviste, non aggiornare la loro bio sul web (abbiamo avuto personaggi di cui era ed è impossibile reperire notizie per preparare un'intervista adeguata) e di "sentirsi arrivati" per il solo fatto di essere dietro al microfono di una radio o "leccati" su Instagram da un manipolo di amici è spesso sconvolgente. Gente che cade nel dimenticatoio quasi subito, magari dopo aver pagato un ufficio stampa, e di cui sfugge la logica di aver investito tempo e denaro in qualcosa di approssimativo. Capitolo a parte nel disfacimento di una scena meritano quei club che si sono "appecorati" al dj set trash anni 80 facendolo diventare l'evento della serata e che hanno fatto di discutibili dj con i brani scaricati illegalmente dalla rete dei pseudo personaggi che in altre epoche sarebbero stati presi a pedate nel culo.


Questo è il contesto in cui ci muoviamo ma proprio per questo ha ancora un senso non allinearsi a questo andazzo e con un manipolo di appassionati prendersi del tempo ogni lunedì sera (con replica il Sabato) per urlare, garbatamente, la propria voglia di musica e dare voce a tutte quelle realtà, artisti, etichette, piccoli club, che, nonostante tutto, continuano a crederci.

sabato 5 ottobre 2019

AGENDONA LIVE! GUIDA AI MIGLIORI EVENTI E FESTIVAL ESTIVI // CONCERTI, MANIFESTAZIONI, APPUNTAMENTI - INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI E SOSTENETE LA MUSICA DAL VIVO




Stanchi delle serate passate in casa a guardare incipit di video su YouTube o tutorial su  Youporn? Stufi di pomeriggi inutili a guardare serie tv su Netflix o Amazon Prime pagate col reddito di cittadinanza? L'alternativa alla pigrizia piccolo borghese populista è solo una: uscire. Riconquistiamo gli spazi, le arene, i locali, ogni posto dove si suona e lasciamo le piazze virtuali vuote. Una piccola guida dedicata a quelli che "non c'è mai un cazzo da fare".











---------------

L'AGENDONA SARA' PERIODICAMENTE AGGIORNATA: SEGNALACI IL TUO EVENTO E INVIACI UNA MAIL A RISERVAINDIE@GMAIL.COM O UN MESSAGGIO SU FB!

domenica 8 settembre 2019

OUZEL RECORDS PRESENTA MY DEAR KILLER, LEBENSWELT E ONQ - SCOPRI LE LE OUZELIADI 2019 IL 14 SETTEMBRE ALLO SHAKE CLUB DI LA SPEZIA



Torna la musica dal vivo a La Spezia con una nuova edizione delle Ouzeliadi, organizzata da Marco Costagli di Ouzel Records. Ecco scaletta e programma della serata prevista il 14 Settembre allo Shake Club.


Al via sabato 14 settembre, dalle ore 20.00 allo Shake, la sesta edizione delle OuZeLiadi: festa-concerto a base di indie rock organizzata da OuZeL Rec. Gli spiriti affini di My Dear Killer, Lebenswelt e ONQ, legati a doppio filo con la OuZeL, dopo anni di collaborazioni e reciproche ospitate, condivideranno per la prima volta lo stesso palco offrendo quel distillato di post rock malinconico e solitario, ma a tratti graffiante e urlante, che ne ha fatto un unicum nel panorama nazionale. Le OuZeLiadi si apriranno con le struggenti litanie noise-folk di My Dear Killer, il progetto cantautorale di Stefano Santabarbara, nato a metà degli Anni ’90 nel varesotto e con all’attivo tre album, che per l’occasione presenterà il suo ultimo lavoro Collectable Items. Non cambierà il mood nel live di Lebenswelt del napoletano Giampaolo Loffredo, conosciuto per il raro sound intimo e teoretico, intessuto da chitarre preparate, loop riverberati ed elettronica minimale. 


E proprio questo sound sarà il trait d’union della serata: il suo recente quinto album Metaphysics of Entropy, uscito per l’etichetta Under My Bed Recordings, vede anche i contributi, non a caso, di Santabarbara, Galuppini/ONQ e Costagli (patron di OuZeL). A seguire il concerto clou della serata: l’attesa esibizione della formazione ONQ. In maniera del tutto straordinaria, la band si riunirà per l’occasione dopo 17 anni di assenza dalle scene e proporrà un set dal vivo in una inedita formazione con due chitarre, basso e due batterie. Il pubblico di appassionati potrà così assaporare la pionieristica pioggia di atmosfere e sonorità slow-core apocalittiche che ha reso il gruppo spezzino un fenomeno di culto nella scena alternative italiana. L’evento non sarebbe stato possibile senza l’organizzazione di Mauro Costagli, mente della OuZeL Rec, nata nel 1998 alla Spezia come piccola etichetta discografica indipendente, con lo scopo di riunire sotto lo stesso tetto le produzioni musicali di artisti accomunati dallo spirito dell’home-recording e del low-fi. Dall’esordio dei Morose, passando per i migliori lavori di ONQ, il primo Bugo, i francesi Deleted, lo statunitense Derek De Prator, l’etichetta si è poi cimentata in progetti di più ampio respiro fra i quali i dischi di Lo-fi Sucks!, Kech, June Miller e Slim River Boys. Nelle sue compilation inoltre sono apparsi, tra gli altri, brani inediti di June of 44, Zen Circus e Lebenswelt. Senza dimenticare che, nelle sue iniziative più recenti, rientrano proprio le OuZeLiadi, che si stanno affermando come un punto di riferimento e di ritrovo per gli estimatori del genere. La serata del 14 settembre sarà accompagnata dalla selezione musicale dello Shake (prima e dopo i live in programmazione dalle 22.00), e dalla ristorazione offerta dal food truck all’entrata del locale.