lunedì 15 ottobre 2018

Giovanni Lindo Ferretti e la svolta di Atreju : Da Iosif Stalin a Giorgia Meloni // Indietoriale di Maurizio



Ho sempre nutrito una forte simpatia per tutti quei personaggi che vivono della loro arte e dei loro pensieri senza fare concessioni nè artistiche nè politiche ai loro fan (o "followers" e "likers" come si dice nella società liquida di oggi). La scena musicale italiana nel corso degli anni si è gradualmente riempita di vecchie cariatidi (tendenzalmente son tutte band o urlatori over 40 spesso con molto tempo libero per andare in palestra..) molto attenti a mantenere buoni rapporti con un certo "circuito" fatto di feste di piazza o feste di partito in cui solitamente una base sana e operosa fa quel lavoro "sporco" di cui poi una elite di pseudo dotti pensatori (quasi sempre dottorini laureati pagati da quello stato che loro odiano e vorrebbero abbattere con le braccia del popolo bue..) se ne attribuisce il merito. I nomi da fare sarebbero tanti e la caciara da "concerto del primo maggio" stile "Berlusconi e Salvini pezzi di merda" se puo' essere uno sfogo libero e legittimo nel bar sotto casa diventa un po' patetica quando urlata da un palco dove ci si aspetterebbe il "guizzo" dell'artista (o presunto tale) nel manifestare il proprio dissenso. Ho amato e amo i CCCP ma non ho mai amato quello che per molti, politicamente, i CCCP erano diventati a loro insaputa.




Caricare di significati politici (assolutamente non rischiesti) il lavoro di un artista "non allineato al sistema" è lo sport nazionale di una certa pseudo elite "culturale" che poi ha manifestato tutti i suoi limiti (anche di preparazione) con gli argomenti con cui quasi quotidianamente invade social e derivati. Sarebbe stato facile per la ditta "Zamboni - Ferretti" cavalcare l'onda della protesta e della militanza, vivere di concerti in circoli Arci e affini, scrivere libri e biografie di artisti dell'ex Unione Sovietica e sfornare un disco dopo l'altro in cui sicuramente qualcuno avrebbe trovato dell'arte anche dove ci fosse stata la mediocrità di due cinquantenni sfavati che vorrebbero vedersi tranquillamente Sky Atlantic la Domenica pomeriggio piuttosto che andare da Fabio Fazio..Invece per Ferretti in particolare la "liberazione"dai CCCP ha voluto dire sganciarsi da quelle gabbie in cui fans e pseudo rivoluzionari (quasi sempre coi soldi di mami e papi) avrebbero voluto metterlo. Scrivere sull'Avvenire e pubblicare con Mondadori, prendere posizioni scomode su aborto e volontariato, avere parole di elogio per una superstronzetta come Giorgia Meloni sono segni di libertà intellettuale che apprezzo, pur non condividendo il 90% di quello che dice il Ferretti degli anni zero. Ma sinceramente preferisco la coerenza culturale di un Ferretti alla piazzata del rapper pseudo militante ultraquarantenne con cachet a 4 zeri che magari parcheggia il Suv a tre km dal centro sociale per una questione di immagine...

Testo di Maurizio

domenica 14 ottobre 2018

AGENDONA LIVE CONTRO LA DIPENDENZA DA YOUTUBE // CONCERTI, EVENTI, APPUNTAMENTI - INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI E SOSTENETE LA MUSICA DAL VIVO




Stanco delle serate passate in casa a guardare incipit di video su YouTube o Youporn? Stufo di pomeriggi a guardare serie tv su Netflix pagate col reddito di cittadinanza? L'alternativa alla pigrizia piccolo borghese populista è sempre quella: uscire. Riconquistiamo gli spazi, le arene, i locali, ogni posto dove si suona e lasciamo le piazze, virtuali, vuote. Una piccola guida dedicata a quelli che "non c'è mai un cazzo da fare".


Manitoba + Cochlea + Metropol - Corsaro Rosso - Viareggio




Eventi Shake Club la Spezia - Ottobre 2018


Eventi Skaletta - La Spezia


Lastrofisico live - Birrificio degli archi - Viareggio












Giorgio Canali & Rossofuoco live The Cage


Vapors of Morphine - Cinema Lumiere - Pisa


Motta & Less Filles de Illighadad al The Cage




Lydia Lunch live allo Shake Club - La Spezia
---------------

L'AGENDONA SARA' PERIODICAMENTE AGGIORNATA: SEGNALACI IL TUO EVENTO, INVIACI UNA MAIL A RISERVAINDIE@GMAIL.COM O UN MESSAGGIO SU FB!

sabato 13 ottobre 2018

MONSIEUR VOLTAIRE E SKALETTA ROCK CLUB A RISERVA INDIE // SCOPRI GLI OSPITI DELLA SETTIMANA SULLE FREQUENZE DI CONTATTO RADIO POPOLARE NETWORK


Questa settimana a Riserva Indie il graditissimo ritorno di Marcello Rossi, in arte Monsieur Voltaire con i brani del nuovo album "My god is you", uscito lo scorso 16 Agosto e anticipato dal singolo "Days". Opening act della serata Alessio King Mastino per parlarci della programmazione dei concerti alla Skaletta Rock Club di La Spezia. Appuntamento in diretta Lunedì 15 Ottobre dalle 20,40 alle 22,30 (con l'anteprima Riserva Indie curata da Giuliano Faggioni fino alle 21 in diretta su Instagram) e in replica Sabato 20 dalle 15,40 alle 17,30 sulle frequenze di Contatto Radio Popolare Network (89,80 Fm) e in streaming su www.contattoradio.it


Nel 2018 Monsieur Voltaire torna con un nuovo album intitolato 'My God Is You' ancora una volta con la produzione a firma Noja. Se '33' è stato il frutto di un lungo evolversi delle canzoni di Rossi e degli arrangiamenti di Barbagallo attraverso uno scambio a distanza dagli avanposti delle rispettive solitudini casalinghe (lavoro poi raffinato allo storico Blue Record Studio di Mondovì, Cuneo), la realizzazione di 'My God Is You' ha visto i due affiancarsi alla preziosa collaborazione di Manuel Volpe (Rhabdomantic Orchestra) al basso e Francesco Alloa (La Moncada, Goat Man Records, Roncea & The Money Tree, Airportmen) alla batteria. A novembre 2016 in pochi giorni immersivi all'accogliente Spazio Rubedo di Torino, i quattro hanno arrangiato a otto mani e registrato in presa diretta l'intero album scritto da Marcello, completato a marzo 2017 alle pendici dell'Etna da Barbagallo. La dimensione da band e la ripresa live infondono immediatezza alle canzoni di Monsieur Voltaire, aggiungendo alla sua rara scrittura 'oltre il tempo' echi di Karate, Lennon, Paul Weller, dodici corde Byrds, riff Stones, blues rock à la ZZ Top, spruzzate di funk Kravitziane, deliri dylaniani, sensualità soul, psichedelia desertica post-grunge, suggestioni da road movie, e ancora e ancora...


A Riserva Indie Alessio "King Mastino" per parlarci della programmazione dei live della mitica Skaletta di La Spezia. 

venerdì 12 ottobre 2018

DAVID MARTINELLI RACCONTA PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL WOM FEST A RISERVA INDIE // GALLERY DI SAMUEL FAVA


Ecco una piccola gallery, a cura di Samuel Fava, e lo streaming, in coda al post sul player di Mixcloud, della puntata di Riserva Indie dell'8 Ottobre con David Martinelli negli studi di Contatto Radio Popolare Network per parlare di Wom Fest e della collaborazione con il cinema Lumiere di Pisa e Aloch Dischi per una serie di eventi che partiranno il prossimo 2 Novembre con il live set dei Nu Guinea.



Clicca play sul lettore di Mixcloud qui sotto per riascoltare David Martinelli a Riserva Indie o digita questo link: https://www.mixcloud.com/riservaindie/riascolta-david-martinelli-a-riserva-indie-per-presentare-wom-fest/

giovedì 11 ottobre 2018

"CANZONI PER ESSERI UMANI" DEGLI ESTERINA NELLA PRIMA PUNTATA DI RISERVA INDIE // GALLERY A CURA DI SAMUEL FAVA


Ecco la gallery, a cura di Samuel Fava, e lo streaming, in coda al post sul player di Mixcloud, della puntata di Riserva Indie dello scorso 8 Ottobre con gli Esterina negli studi di Contatto Radio Popolare Network per proporre i brani del loro quarto album "Canzoni per esseri umani" e suonare un esclusivo minilive acustico in diretta dalla sala microfonica. Nell'intervista tutto sul nuovo disco, sulla data di Sabato 6 al Lumiere di Pisa e sulla prestigiosa collaborazione con Stefano "Edda" Rampoldi. Qui sotto il video di "Santo amore degli abissi".



Canzoni per esseri umani​ è il quarto album di studio di esterina. Otto canzoni diagonali, tra post rock e canzone che si collocano nella quota biodiversa del panorama musicale italiano. La band toscana, che ha fatto della sua autonomia musicale un elemento imprescindibile del proprio stile, tira dritto per la sua strada pubblicando un disco che cerca un modo originale di raccontare il proprio tempo, il dolore, la solitudine e il paradigma del bene. In Canzoni per esseri umani ​c’è più elettronica che in passato, ci sono i fiati e ci sono le parole accurate nella narrazione delle storie minime. Per la prima volta in un album di studio troviamo una collaborazione ed è quella con Edda​. Il primo singolo estratto da CPEU, Santo amore degli abissi,​ è un brano atipico nella produzione della band di Massarosa che si basa su un ostinato di synth analogico che prima di adesso non aveva mai avuto un ruolo così centrale in una loro canzone. Proprio per cercare il giusto equilibrio tra il sound della band e quest portante più nord europea il pezzo è stato mixato da Gareth Jones, esperto produttore di band come Depeche Mode, Interpol, Mogwai ma anche Nick Cave, Grizzly Bear e Yann Tiersen. Considerata dalla critica musicale una delle voci più originali del panorama indie italiano Canzoni per esseri umani​ è stato prodotto registrato e mixato con Marco Lega​ (CCCP, Marlene Kuntz).



Foto di gruppo con "Riserva"


L'inevitabile polaroid con Andrea Marcori dei We love Surf



martedì 9 ottobre 2018

ESTERINA E DAVID MARTINELLI DI WOM FEST NELLA PRIMA PUNTATA STAGIONALE DI RISERVA INDIE // GALLERY DI SAMUEL FAVA


Buona la prima! Anche se con qualche piccolo disguido tecnico, errori fisiologici dovuto alla lunga sosta estiva, siamo tornati in onda più carichi che mai! Ma passiamo alle cose serie, ringraziamo gli ESTERINA per averci regalato due splendide canzoni live in studio (che potete rivedere sulla nostra pagina FB e presto sul Tubo) tratte da Canzoni per Esseri Umani. In apertura di puntata David Martinelli di WOM FEST ci ha parlato del concerto che i NU GUINEA terranno a Pisa Teatro Lumiere il 2 novembre e di tante altre cose, per tutti i dettagli riascoltatevi la puntata in replica sabato o la versione streaming presto on line su questo blog !