lunedì 12 agosto 2019

UN VIAGGIO NELLO SPAZIO CON I NAVA AL S.CITY LIGHT FESTIVAL // GALLERY E TESTO DI SAMUEL FAVA




Venerdì e sabato siamo stati ospiti dei ragazzi di NoPanic, giovanissima realtà di Sestri Levante che organizza un piccolo gioiellino di festival, il S.City Light, ormai giunto alla terza edizione.
Vi voglio riportare il loro comunicato stampa di presentazione, io non avrei saputo descriverlo meglio di così!

"S.City Light 2019 è la terza edizione del festival organizzato dall’associazione culturale NoPanic con la collaborazione del Centro Giovani Casette Rosse e del Comune di Sestri Levante.
Il 9 e il 10 agosto a Casette Rosse conferenze, laboratori, installazioni, concerti, reading di poesia, teatro e molto altro.

Il festival è pensato con l’obiettivo di mettere in vetrina l’arte e la cultura giovanile contemporanea, ma anche di creare due giorni di relax, in cui il pubblico possa immergersi nella bellezza e nella serenità dell’ambiente, gustando i nostri menu a chilometro zero e sorseggiando una buona birra artigianale.

Il tema portante, anche se non esclusivo, del festival di quest’anno sarà legato ai concetti di libertà sessuale e di identità di genere, argomenti pienamente al centro del dibattito nazionale, su cui i nostri ospiti avranno l’occasione di misurarsi e di dire la loro opinione.

Il programma prevede due laboratori dalle 18: il 9 agosto Beatrice Pozzi, danzatrice professionista, ci guiderà all’interno dei segreti del light movement, disciplina che unisce i fondamenti della contact improvisation e del teatro fisico. Mentre sarà allestito in entrambi i giorni un laboratorio in cui ognuno potrà realizzare la propria maglietta di S.City Light.




Dalle 19 il pubblico, sorseggiando una buona birra sotto uno degli ulivi del parco, potrà assistere ai talk.

Ospiti il 9 agosto saranno Max Collini, storica voce di Offlaga Disco Pax e Spartiti e figura di riferimento della scena musicale indie italiana e gli amministratori della celebre pagina Socialisti Gaudenti. Si parlerà di musica, politica ed evoluzione della società e del costume italiani.

Il 10 agosto, invece, alcune rappresentanti del collettivo femminista Nonunadimeno Genova dialogheranno con la parlamentare Giuditta Pini sulla natura e le ragioni dei tabù legati alla sessualità e sul filo rosso che unisce tematiche come libertà sessuale, parità di genere, identità di genere.

Il programma serale invece vedrà alternarsi sui due palchi del festival band e lettori.

Per quanto riguarda i musicisti, presenti il 9 agosto Ophelya, formazione locale in grande spolvero, I Segreti e dellacasa maldive, due fra i nomi più interessanti dell’itpop nostrano e Afterglow, rock band locale proiettata verso l’elettronica.



Il 10 sarà il turno di Jabiel, rapper sestrino con gusto per la melodia e dalle molteplici influenze, Chicuta, emergente rapper lavagnese che sta attirando su di sé le attenzioni di tutti gli appassionati e Nava, cantante italo-persiana che mette in scena uno show rivoluzionario, fra tradizioni orientali, trame elettroniche ed atmosfere a un tempo oniriche e sensuali.

Sul palco reading si alterneranno alcuni attori della compagnia teatrale “TIC: Teatro In Circolo”, la regina del poetry slam Marty Mollar e il poeta Luca Ravettino.
Completeranno l’offerta artistica tre installazioni e un’opera di arte digitale, tutte selezionate attraverso una call che scadrà il 26 luglio.
Nostro fiore all’occhiello è la parte culinaria: già dall’anno scorso abbiamo deciso di puntare su prodotti bio a chilometro zero e di offrire anche soluzioni vegan e gluten free, per un festival aperto a tutti.”



Ora, per usare parole mie (ma sarò brevissimo, lo giuro), immaginate un piccolo MI AMI sottocasa, gratuito e dove si mangia benissimo senza svenarsi. Ecco, semplificando e sintetizzando, questo è il S.City Light, una realtà differente dal resto dei festival (grandi e piccini) che vediamo normalmente in provincia. Un tentativo coraggioso organizzare spettacoli a 5 minuti dal mare in pieno agosto, e forse per farlo bisogna essere un po' folli, ma non smettiamo mai di sostenere queste realtà che tentano di proporre qualcosa di nuovo oltre ai soliti gruppi, band che magari noi tutti amiamo ma che abbiamo visto decine di volte. Alle Casette Rosse i nomi erano sicuramente poco noti al grande pubblico ma, vi assicuro, di alta qualità. E poi i dibattiti, i reading, le performance artistiche.
Da parte della Riserva un abbraccio e i nostri complimenti a tutti i ragazzi a tutto lo staff, tenete duro e siate fieri di quello che avete fatto!


I miei momenti preferiti della due giorni sono stati il venerdì l'imperdibile talk show con Max Collini e i Socialisti Gaudenti, in un clima surreale dovuto alla notizia della crisi di governo appena scoppiata. E parlando di capitani, contratti di governo, tecniche di comunicazione efficaci e meno anche in questa occasione non abbiamo trovato la risposta alla domanda "E allora il PD?" Tempi cupi ci attendono, facciamoci coraggio!
Sabato, nella notte delle stelle cadenti la stella più luminosa è atterrata a Sestri Levante! Suggestiva performance di NAVA, il progetto "persiano-milanese" che vede protagonista l'incantevole Nava Golchini alla voce, accompagnata da due batterie e un produttore. Non la classica rockband del quartierino insomma.
Con le loro futuristiche sonorità elettroniche dalle reminescenze arabeggianti ci hanno ipnotizzato e portato a fare un giro nello Spazio con il loro tappeto volante 2.0. Ecco, spero abbia reso l'idea di cosa sia un live show di NAVA, difficile descrivervi meglio una cosa mai vista e sentita prima, ma sicuramente ne sentiremo presto parlare! Per ora ecco qualche foto e minivideo (mi scuso della qualità un po' bassa, la luce era molto soffusa e le immagini non sono nitidissime!).









Nessun commento:

Posta un commento